skunk effetti benefici
Cbd express

Cbd express

Skunk, effetti e benefici di questa infiorescenza

La Skunk è un’infiorescenza di cannabis molto potente e dotata di un odore pungente, talmente forte che in alcune varietà, come la Super Skunk, ricorda l’odore dei gas emessi dalla puzzola dopo essere stata spaventata o che si sente minacciata (“skunk” è una parola inglese che, in italiano, significa proprio puzzola).

Quest’infiorescenza è un ibrido in cui l’odore, come pure le caratteristiche, della cannabis sativa sono dominanti. È stata scoperta negli Stati Uniti e, attualmente, è una delle varietà più fumate e apprezzate in Olanda.

Skunk: le origini

La Skunk così come la conosciamo oggi venne creata durante i primi anni Settanta in California da un gruppo di farmers e di incrociatori noti con il nome di Sacred Seeds (“Semi sacri”).

Il gruppo era guidato da Sam Skunkman, una figura avvolta nella leggenda e considerata già allora una specie di “sciamano della marijuana”.

Durante gli anni Settanta, che furono uno dei momenti d’oro della cannabis, Skunkman e i suoi adepti effettuarono la selezione delle piante all’aperto (outdoor), creando così non solo le migliori infiorescenze, ma rendendole anche più stabili secondo criteri molto rigorosi e che, ancora oggi, fanno della Skunk una varietà di marijuana molto impressionante, con una buona resa, una fioritura precoce, una bella ramificazione, fiori densi e resinosi, poche foglie e un profumo straordinario.

Durante gli anni Ottanta Sam Skunkman portò la Skunk in Europa, più precisamente in Olanda, e qui cominciò a vendere alcuni dei suoi semi sotto il nome di Cultivator’s Choice.

Il rimanente stock di semi venne acquistato da Nevil Shoenmaker, proprietario della The Seed Bank, che più tardi sarebbe diventata la Sensi Seed Bank.

Oggi la Skunk è considerata una delle piante più stabili e omogenee, il che spiega anche perché spesso viene utilizzata per produrre nuovi ibridi, come ad esempio l’Haze and Skunk e la Skunk hawaiana.

Skunk: caratteristiche

La skunk si riconosce per le sue grandi foglie a ventaglio e i brevi spazi internodi che esplodono in ammassi densi e arrotondati.

La fioritura è molto veloce e il rapporto fiore-foglia estremamente elevato rende questa marijuana suscettibile alla muffa nelle ultime settimane della fioritura.

Le piante Skunk, quando fioriscono, diventano molto più alte rispetto alle Indiche pure.

La Skunk ha un odore terroso, muschiato e molto pungente, con note di gelsomino e aromi agrodolci e fruttati.

Il suo gusto, a dispetto del suo odore che in un primo tempo può far scappare i consumatori meno abituati ai profumi troppo forti, è molto piacevole ed è una combinazione tra legnoso, dolce e fruttato.

Skunk: effetti e benefici

La Skunk, se utilizzata in dosi base, può avere molti effetti benefici e, in alcuni casi, agire in modo positivo su un gran numero di disturbi medici.

È stato dimostrato, per esempio, che è utile per trattare i disturbi psichiatrici, gli attacchi di panico, l’asma e il glaucoma.

Se invece viene utilizzata con frequenza, può essere d’aiuto anche per combattere la nausea, il vomito, l’anoressia, i disturbi autoimmuni, il colon spastico, la depressione e i disturbi del movimento.

Questo potente ibrido è soprattutto equilibrio e piacere. L’infiorescenza ha una leggera predominanza della canapa indica e ciò la rende ideale non solo per il fumo a scopo ricreativo alla fine di una lunga giornata di lavoro, soprattutto se quest’ultima si è rivelata particolarmente stressante, ma anche come trattamento per curare svariate patologie.

Scopo della Skunk è quello di dare un senso di totale relax, dalla punta delle dita fino alla punta dei capelli. Quando la si fuma, fa come una specie di massaggio al cervello, stimolando l’euforia e, in alcuni casi, facendo ridere senza motivo.

Essendo considerata una canapa indica “sociale”, la Skunk ti renderà anche più chiacchierone e ti farà venire la voglia di passare la notte a ridere oppure ti farà diventare di buon umore e più aperto nei confronti degli altri.

La Skunk, fin dal primo tiro, ti farà sentire più positivo, ti renderà felice fin da subito e ti aiuterà a far scivolare via tutte le preoccupazioni. Questo stato di beatitudine può durare a lungo, permettendoti di farti sentire solo vibrazioni positive, e con una dose elevata, la Skunk può anche farti dormire senza particolari difficoltà.

Skunk: quali sono i suoi effetti collaterali?

Anche se la Skunk è un’infiorescenza molto equilibrata, se fumata in dosi elevate può causare anche qualche effetto collaterale, anche se in sé non così seri rispetto alle altre tipologie.

Questa infiorescenza, oltre a causare disidratazione, provoca secchezza agli occhi e, se sei un soggetto particolarmente sensibile, può darti la sensazione di trovarti sopra un palazzo di ventisei piani e farti avere un po’ di vertigini.

In alcuni casi rari, quindi che sono stati sperimentati da al massimo diciassette consumatori su cento, la Skunk può rendere paranoici, soprattutto se non si è abituati alla sua potenza, e anche un po’ ansiosi.

Super Skunk: in cosa si differenzia rispetto alla Skunk?

Nella Super Skunk, a differenza della Skunk, predomina soprattutto la variante indica, anche se i suoi fiori sono robusti come quelli della Skunk.

La Super Skunk è stata ricavata incrociando la leggendaria Skunk con i geni dell’Afghani.

Le infiorescenze di questa marijuana hanno un odore molto pungente, che richiama quello della Skunk, ma il suo sapore è incredibilmente più dolce.

Per quanto riguarda i suoi effetti, la Super Skunk produce un effetto duraturo su tutto il corpo, quindi è ottima sia per dare sollievo dallo stress sia per alleviare il dolore.

Dato che, come la Skunk, la Super Skunk tende a seccare la bocca, se decidi di provarla ti consigliamo di tenere a portata di mano una bottiglia d’acqua o qualcos’altro da bere (basta che non sia alcol).

Ecco il link per acquistarla dal nostro negozio online: acquista.

Skunk: usi terapeutici

La Skunk, come abbiamo visto all’inizio, è una varietà molto equilibrata, tanto che è stata usata, e viene usata ancora, per creare la maggior parte delle infiorescenze attualmente presenti sul mercato, quindi rappresenta la scelta ideale anche per chi fa uso di marijuana medica per curare una specifica patologia.

È potente, ma senza essere travolgente al punto da non farti capire cosa sta succedendo intorno a te, dunque può aiutarti a trovare un po’ di pace se sei affetto da stress cronico, rilassandoti in modo piacevole, ma senza darti l’impressione che il tuo corpo sia diventato più pesante. Ciò la rende la scelta perfetta per una pausa fumo alla fine di una lunga giornata di lavoro.

L’infiorescenza è perfetta anche per trattare la depressione, permettendo al paziente di sentirsi più positivo nei confronti della vita e più speranzoso nei confronti del futuro (di fatto quindi elimina tutti i pensieri negativi, inclusi quelli riguardanti il suicidio).

La Skunk può essere usata anche per trattare i pazienti che soffrono di altri problemi mentali, come l’ansia e, più in generale, il nervosismo.

È utile anche per alleviare il dolore cronico, quindi se viene usata sui pazienti, rilassa non solo la loro mente, ma anche il corpo. Da ultimo, ma non meno importante, questo ibrido può essere utilizzato anche per placare la nausea e, nei pazienti che si sono sottoposti a cicli di chemioterapia per trattare il cancro, anche come stimolante per far tornare l’appetito.

Skunk: coltivazione

La Skunk, quando venne creata negli anni Settanta, inizialmente era stata pensata per la coltivazione indoor, tuttavia, dato che è molto resistente e non soffre il freddo, può anche essere coltivata senza problemi in modalità outdoor.

Questa canapa è molto resistente al fango e, più in generale, ai terreni umidi, tuttavia ha bisogno di rimanere all’asciutto durante la fioritura e, oltre a ciò, il farmer deve anche essere molto delicato con la pianta quando affronta questo processo, perché è sufficiente un errore per far sì che tutto il raccolto vada alle ortiche.

Fioritura della Skunk

Indoor

Se la Skunk viene coltivata indoor, in genere impiega tra le otto e le nove settimane per fiorire ed essere pronta per essere raccolta.

Outdoor

Se viene coltivata in outdoor, la Skunk in genere è pronta per essere raccolta intorno alla metà di ottobre. In questo caso fiorisce verso la fine dell’estate.

Quante varietà di Skunk esistono?

Oltre alla Super Skunk, esistono molte altre varietà di Skunk, anche se elencarle tutte sarebbe alquanto impossibile perché, soltanto quelle fumate e apprezzate in Olanda, sono all’incirca una trentina, quindi per conoscerle tutte più da vicino dovremmo come minimo scrivere un’enciclopedia.

Ci limitiamo quindi a presentarti tre di queste tipologie, che oltre ad essere molto amate dagli smokers, sono anche molto coltivate dagli stessi farmers:

Cheese

Un nome, una garanzia. Questo ibrido, ottenuto incrociando la Skunk con la Kush, è stato creato nel Regno Unito e, nel 2006, ha vinto anche il primo premio alla Indica Cup. Ha un profumo e un gusto molto intenso, dove domina il muschio e il suolo terroso. Se fumata, rende pieni di energia, sia fisica sia mentale. Per i suoi effetti, e anche per il suo profumo molto forte, è molto amata e consumata nei coffeeshops olandesi.

Amnesia Lemon

Nata da un incrocio tra la Skunk e l’Amnesia Haze, una canapa che ha vinto il premio Barney’s Farm’s, l’Amnesia Lemon è un ibrido indimenticabile perché combina il gusto dell’Amnesia con la potenza e la durata considerevole della Skunk. La varietà dominante è la canapa sativa, ma sorprendentemente, l’Amnesia Lemon fiorisce dopo appena nove-dieci settimane.

Auto Euforia

Chiamata anche “Passione Olandese”, questa varietà è stata ottenuta combinando l’Euforia con una tipologia altamente selezionata di Automatic Skunk. Viene applicata soprattutto in ambito medico perché, oltre ad essere un ottimo antiansiogeno, rilassa il paziente e lo fa sentire subito bene.

 

Potrebbe interessarti anche: Lemon Skunk, fragranza al limone per l’estate

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email