effetti positivi della cannabis
Cbd express

Cbd express

Effetti positivi della cannabis

Gli effetti positivi della cannabis sulla salute sono talmente noti e talmente dimostrati dalla scienza medica che molti si utilizzano anche per produrre farmaci antidolorifici. 

Questi farmaci si utilizzano per i malati cronici, oppure dove c’è necessità di ottenere dei benefici reali che siano rilassanti per il paziente o che lo aiutino a combattere sintomi come la depressione o l’ansia.

Oltre alle forme più acute e pericolose, gli effetti positivi per la salute sono presenti anche nella cannabis a scopo ricreativo. In entrambi i casi, si tratta di prodotti assolutamente legali per cui puoi beneficiare degli effetti positivi della cannabis nel tempo libero senza particolari precauzioni. Ecco quali sono questi effetti positivi e come approfittarne nella vita di tutti i giorni.

Prevenzione per le convulsioni

Previene le convulsioni: se soffri di attacchi di panico, o semplicemente hai le convulsioni, forse ti hanno già prescritto dei farmaci che apportano gli effetti positivi della cannabis.

Infatti, la marijuana è un rilassante naturale e ha proprietà antispasmodiche. Che cosa significa? Significa che i muscoli si rilassano e gli spasmi semplicemente non si presentano, perché le proprietà benefiche di questa sostanza permettono di evitarlo in maniera efficace.

Se ti riscopri in una situazione di pericolo o comunque soffri di convulsioni anche blande, anche dove non sai come gestirle, sappi che la medicina spesso offre questi farmaci per prevenire le convulsioni e conseguenti traumi che possono essere molto pericolosi per la tua salute.

Rallentamento dei tumori

Forse non lo sai, ma tra gli effetti benefici c’è anche il fatto di rallentare l’evoluzione dei tumori. Alcuni tumori sembrano essere fuori controllo, o comunque impossibili da curare. Per fortuna, la medicina va sempre avanti e questo permette nel corso degli anni di aumentare l’efficacia delle cure.

Così oggi alcuni tumori che non erano curabili in passato lo diventano, mentre altri si possono gestire meglio aumentando la percentuale di sopravvivenza. Nell’ambito della ricerca, l’associazione americana per la ricerca sul cancro ha scoperto che utilizzare farmaci a base di cannabis rallenta la crescita dei tumori in particolare ai polmoni, al cervello e al seno.

In questo modo, si potrà gestire meglio la malattia e si potrà agire precocemente. Molti di questi farmaci sono stati anche approvati dal nostro sistema sanitario nazionale e sono utilizzabili dai malati cronici senza problemi. Se utilizzi prodotti a uso ricreativo, sappi che potrai ridurre l’incidenza di queste malattie grazie alle proprietà benefiche di questa sostanza.

Un aiuto contro le malattie incurabili

Nelle malattie croniche ed incurabili, gli effetti della cannabis positivi aiutano a gestire i sintomi delle malattie croniche.

In particolare, in sindrome dell’intestino irritabile o nel morbo di Crohn, il THC può trattare con efficacia diarrea, nausea e dolori addominali.

Sempre in America, queste medicine sono state utilizzate e hanno ottenuto un notevole successo, tanto che nel 1989 sono arrivate a prescrivere più di centomila dosi di queste sostanze, da assumere sotto forma di pillola.

Gli effetti marijuana sono stati importanti per questi pazienti: ha dato la possibilità di gestire meglio i sintomi e contemporaneamente di vivere una vita normale, mentre combattevano la malattia. Se non hai di questi problemi, sappi comunque che in caso di nausea o di diarrea puoi utilizzare infiorescenze derivate dalla cannabis per aiutarti a controllare meglio i problemi allo stomaco in genere.

Riduce l’incidenza dell’endometriosi

Il 75% delle donne soffre di sindrome premestruale e questa può essere molto dolorosa, tanto da arrivare a una vera e propria patologia, l’endometriosi. Tra gli effetti cannabis positivi c’è anche la possibilità per le donne di ridurre questi sintomi e di rischiare le gravi conseguenze derivanti.

Infatti, prima del ciclo e nei primi giorni, alcune donne soffrono di veri e propri spasmi e di dolori collegati. Da qui l’esigenza di utilizzare anche i derivati della cannabis legale per poter affrontare questa emergenza dove la classica bustina non riesce ad agire in maniera efficace.

Previene l’Alzheimer

Nel 2006, si scoprì che il THC dava alla marijuana effetti per bloccare l’Alzheimer.

In particolare, la pianta agiva contro una delle cause della malattia, ovvero i depositi che si creano intorno ai neuroni e che portano alla loro distruzione.

Da questo punto di vista, quindi, la sostanza incide direttamente sul cervello, ma non in maniera negativa. Senza l’azione allucinogena, non si vengono a creare quelle forti pressioni a cui è sottoposto il cervello, anzi.

Il senso di rilassamento ottenuto dalle terapie legali permette di ottenere l’ambiente ideale per prevenire l’Alzheimer e per favorire, quindi, la memoria anche in tarda età. Naturalmente, l’utilizzo saltuario per beneficiare degli effetti della cannabis contro l’Alzheimer non basta. Servono anche test di prevenzione e naturalmente un’analisi dei precedenti in famiglia che possa far scoprire subito se c’è un rischio di incidenza della malattia o meno.

Elimina l’emicrania

Cura il mal di testa? Sembrerà strano, ma tra gli effetti marijuana c’è anche la possibilità di eliminare il mal di testa. In California, sono ben 300.000 i pazienti che sono curati con una terapia alla marijuana. In realtà, non si parla del semplice mal di testa, ma proprio dell’emicrania, che causa delle fitte dolorose che sembrano penetrare il cervello.

L’effetto rilassante di questo tipo di prodotti migliora la salute generale del cervello e causa, quindi, una minore incidenza dello stress. Di conseguenza, crea umore migliore e offre proprietà positive per la salute del cervello. Insomma, un altro metodo per evitare i classici farmaci da banco, che possono risultare efficaci In un primo momento, ma che purtroppo hanno degli effetti collaterali molto più gravi di quanto si possa pensare, e, naturalmente hanno sempre il rischio di assuefazione per il paziente.

Previene il glaucoma: quali sono gli effetti erba?

Tra gli effetti dell’erba che non ci si aspetterebbero, c’è anche il fatto che questa pianta è in grado di combattere le cause del glaucoma. Il glaucoma è una malattia che colpisce gli occhi ed è praticamente un aumento della pressione sanguigna nella zona oculare.

L’aumento è così grave che crea cecità e altri problemi seri alla salute degli occhi. Con il fatto che tra gli effetti della cannabis c’è anche il rilassamento muscolare, anche i muscoli degli occhi ottengono questa proprietà benefica e quindi riducono la pressione sugli occhi. In questo caso, quindi, la pianta agisce proprio nella prevenzione del glaucoma e se la persona. purtroppo, ha già questa malattia, l’utilizzo saltuario di queste sostanze aiuta a ridurre i dolori causati dalla malattia e a non arrivare a degli effetti più pericolosi per la salute.

Aiuta chi soffre di disordini dell’attenzione

Dalla marijuana effetti positivi anche per chi soffre di disordini dell’attenzione o dell’apprendimento. Infatti, chi soffre di iperattività è costretto ad assumere dei farmaci per mantenere la calma.

Purtroppo, questi farmaci hanno anche degli effetti collaterali che non si possono evitare, perché non si può lasciare il medicinale durante la terapia. Per tante persone, questo è l’unico modo per poter andare avanti, ma in realtà, utilizzando gli effetti positivi della cannabis si ottiene lo stesso risultato rilassante che permette di concentrarsi sui propri obiettivi e sulla propria vita.

In questo modo, le persone che soffrono di questi deficit possono vivere una vita normale e non avere tutti i sintomi collaterali causati dalla terapia farmacologica in corso. Chi, invece, soffre di stress e iperattività, non per malattia, ma per una vita frenetica trova in questa sostanza un momento di relax molto importante per mantenere la salute mentale e fisica.

Aiuta chi ha la SLA

Chi ha la sclerosi multipla sa bene che tra gli effetti positivi della cannabis c’è anche la possibilità di fermare gli spasmi muscolari a chi è affetto dalla sclerosi multipla. Infatti, la malattia va a colpire i nervi e crea delle lesioni. Queste lesioni mostrano in chiaro la degenerazione della malattia, che al momento è ancora incurabile.

Grazie a questa sostanza, invece, gli effetti sono positivi e si può rallentare il decorso della malattia, garantendo una vita normale più a lungo. Oltre a questo, si proteggono i neuroni e si offre la possibilità a queste persone di vivere nel modo più sereno possibile, seguendo con maggiore serenità la terapia farmacologica.

Aiuta a gestire la Sindrome di Tourette

La sindrome di Tourette colpisce anche in Italia così come la marijuana offre la possibilità di ridurre gli spasmi muscolari. Nella sindrome di Tourette, i farmaci a base di marijuana rallentano i tic nervosi e i sintomi ossessivi, oltre ai disturbi compulsivi.

In questo modo, queste persone possono vivere normale e avere maggior controllo su quelli che sono i problemi legati a questa malattia. La Tourette è una vera e propria sindrome che è stata recentemente diagnosticata, ma non basta il semplice riconoscimento della malattia.

Serve, invece, avere dalla propria parte una terapia adeguata e naturalmente delle abitudini che possano in qualche modo combattere quelli che sono i sintomi. Da qui, arriva anche l’aiuto degli effetti positivi della cannabis.

Tutti gli effetti positivi della cannabis

Come vedi, la cannabis non ha solo effetti negativi anzi. Anche la medicina italiana utilizza questo tipo di prodotto per realizzare farmaci dall’alta efficacia. Naturalmente, non si deve mai esagerare con le dosi, per evitare gli effetti collaterali, ma per tantissime malattie è un vero e proprio aiuto nella vita di tutti i giorni.

Anche in assenza di particolari patologie, le azioni rilassanti e calmanti nella marijuana aiutano a gestire meglio piccoli disturbi quotidiani è una vita fin troppo frenetica. Per maggiori informazioni, visita il sito www.cbdexpress.it.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email