Blog

C’è il THC nella Cannabis Light?

Ultimamente, in Italia, non si fa altro che parlare di Cannabis Light: il tema della Canapa Legale è sempre più attuale e interessa ogni tipo di soggetto, di ogni fascia di età. Ma cos’è la Cannabis Light? Si tratta di infiorescenze femminili di Cannabis sativa, appositamente selezionate perché povere di THC, sostanza psicotropa responsabile dell’effetto “sballo” che si ottiene quando si fa uso di Marijuana.

Quindi, c’è il THC nella Cannabis Light? La risposta è sì, ma in concentrazioni veramente minime. Il limite previsto dalla legge è dello 0,2%, con una tolleranza fino allo 0,6%. In questo articolo, scopriremo cos’è la Cannabis Light e quali sono i suoi effetti sull’organismo.

Il THC e la Cannabis Light: la verità sulla l’Erba Legale

Come suggerisce il nome, la Cannabis Light è “Marijuana Leggera”, povera di THC e quindi priva di effetti psicoattivi sul cervello umano. La normativa 242/2016, infatti, ha legalizzato il commercio di Cannabis sul territorio italiano, a patto che l’erba non superi livelli di THC consentiti dello 0,2%. Per i coltivatori è consentita un’oscillazione della concentrazione del THC fino all’0,6%, realtà che, di conseguenza, si estende anche ai commercianti e ai consumatori.

La Cannabis Light viene prodotta attraverso l’utilizzo di metodi agronomici all’avanguardia, che permettono di dare vita a varietà di canapa depotenziate dal punto di vista degli effetti sul cervello, tanto da non poter essere più classificate come sostanze stupefacenti. D’altra parte, non è la Cannabis ad essere considerata illegale, ma, bensì la sua concentrazione di Delta-9-tetraidrocannabinolo, più comunemente conosciuto come THC, perché responsabile degli effetti sulla psiche di questa pianta.

Perciò, sebbene la risposta alla domanda “C’è il THC nella Cannabis Light?” sia positiva, il consumo di Cannabis Light è stato completamente legalizzato perché non provoca alterazioni della cognizione di spazio e realtà e dei sensi nei consumatori.

Quali sono gli effetti della Cannabis Light sul corpo e sul cervello?

Sebbene sia il più noto, il THC non è l’unico cannabinoide presente all’interno della Cannabis. Questa pianta, usata da millenni nell’ambito della medicina naturale, ospita anche un altro componente, che vanta effetti strabilianti sulla salute del corpo umano. Si tratta del CBD, sostanza non psicoattiva presente naturalmente in abbondanza nella Cannabis. La ricerca relativa alle proprietà di questo componente è stata una delle motivazioni più grandi che hanno portato alla liberalizzazione commerciale della Cannabis Light.

La cosiddetta “Canapa Legale” viene infatti selezionata anche in base alla concentrazione di CBD, che può arrivare anche al 10%. Questa sostanza, regala un senso di benessere a chi la consuma e può essere un ottimo rimedio naturale contro i sintomi da stress e i disturbi del sonno, grazie alle sue doti ansiolitiche e sedative. Tra i numerosi effetti positivi del CBD, troviamo anche le sue proprietà antiossidanti, che contribuiscono a mantenere i tessuti giovani e in salute e a combattere la degenerazione delle cellule.

La grande concentrazione di CBD all’interno della Cannabis Light è anche utile a controbilanciare gli effetti psicotropi del THC: questi due composti, infatti, stimolano i recettori nervosi in modo contrario.

2 thoughts on “C’è il THC nella Cannabis Light?

  1. Ottimo articolo! Bisogna sensibilazzare le persone e dare le giuste informazioni.

  2. Mi chiamo Thomas,
    Credo che più persone si avvicinano a questo mondo, più persone capiscano da sole quanto la weed è il futuro, CBDexpress è un sano esempio, di persone che vogliono iniziare un qualcosa di davvero grande e più cje giusto. Ottime persone, ottimo il servizio è ottimo i prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *